Premio ACCMED 2018

Per ricordare in modo tangibile vent'anni d'impegno per la formazione, nel 2001 venne istituito il Premio "Accademia Nazionale di Medicina per la formazione" (1981-2001) che venne assegnato al prof. Horst Klinkmann, uno dei padri degli organi artificiali, a livello scientifico e di applicazione clinica. In occasione della ventesima edizione del Grandangolo in Oncologia, AccMed assegna nuovamente il premio.

Per aver piantato, nel 1981, il seme di AccMed

Leonardo Santi

Foto Leonardo Santi
Biografia

Presidente del Comitato Nazionale per la Biosicurezza e le Biotecnologie della Presidenza del Consiglio dei Ministri. È uno dei più importanti ricercatori italiani nel campo della lotta ai tumori. Dopo aver fondato l'Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro di Genova (IST) è stato il padre del Centro per le Biotecnologie Avanzate di Genova (CBA). È l'unico membro italiano del Life Science High Level Group, il gruppo di super esperti che assiste la Comunità europea nelle scelte in fatto di scienze della vita, un ruolo chiave per contribuire alla costruzione del futuro che ci aspetta come frutto diretto o indiretto della biotecnologia e per garantirci la sicurezza di questo futuro.

Per i vent'anni del "Grandangolo in Oncologia"

Andrea Ardizzoni

Foto Andrea Ardizzoni
Biografia

Direttore Struttura Complessa Oncologia Medica, Azienda Ospedaliera Universitaria S.Orsola-Malpighi di Bologna. Professore Ordinario per il settore scientifico-disciplinare MED/06 Oncologia Medica, presso il Dipartimento di Medicina Specialistica, Diagnostica e Sperimentale dell’Università degli Studi Alma Mater Studiorum di Bologna. È stato Cordinatore Gruppo di Cooperazione Interdipartimentale (CGI) Oncopneumologico dell'Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro di Genova. È autore di circa 300 pubblicazioni a stampa sotto forma di articoli originali su riviste internazionali, per un “impact factor” totale di circa 1200 ed un H-index totale di 44.

Per i vent'anni del "Grandangolo in Oncologia"

Roberto Labianca

Foto Roberto Labianca
Biografia

Direttore del Cancer Center del Papa Giovanni XXIII. Dal 2004 è Direttore del Dipartimento Interaziendale Oncologico della Provincia di Bergamo. È stato Direttore del Dipartimento di Oncologia ed Ematologia dell'Ospedale di Bergamo e Direttore dell’Unità Operativa di Oncologia Medica degli Ospedali Riuniti di Bergamo. È autore di oltre 260 pubblicazioni scientifiche sulle più significative riviste internazionali.

Per i vent'anni del "Grandangolo in Oncologia"

Alberto Sobrero

Foto Alberto Sobrero
Biografia

Direttore U.O. Oncologia Medica, IRCCS A.O.U. San Martino IST - Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro, Genova. Nel 1983, è ricercatore associato di ricerca in Oncologia medica a Yale. Dal 2002 al 2006 è presidente del comitato di revisione del protocollo dell'EORTC e fa parte della faculty dei corsi di ricerca clinica ASCO-FECS. Ha fatto parte del comitato di redazione del Journal of Clinical Oncology 2004-2006, del comitato scientifico dell'ASCO (2007-2008), del comitato educativo dell'ESMO ed è stato presidente del comitato di nomina dell'ESMO fino al 2015. È presidente scientifico di ESMO 2017, Madrid, Spagna e membro del gruppo di lavoro ESMO Magnitude of Clinical Benefit Scale.

Per "Focus Tumori Rari"

Paolo Casali

Foto Paolo Casali
Biografia

Direttore della S.C. a direzione universitaria Oncologia Medica 2 della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori. È Professore associato di Oncologia medica presso l’Università degli Studi di Milano; coordinatore della Joint Action on Rare Cancers (JARC); coordinatore dello steering committee di Rare Cancers Europe (RCE). È Segretario dell’Italian Sarcoma Group (ISG) e membro del Board of Directors per il 2017 della Connective Tissue Oncology Society (CTOS). È Chair del Public Policy Steering Committee e del EU Policy Committee, membro dell’Executive Board e membro della Sarcoma Faculty della European Society for Medical Oncology (ESMO). È (co)Autore di più di 200 pubblicazioni su riviste censite da Medline, prevalentemente nell’ambito dei sarcomi.